venerdì 18 marzo 2016

RICHARD STRAUSS - Vita e opere (Life and Works)



Richard Georg Strauss (Monaco di Baviera, 11 giugno 1864 – Garmisch-Partenkirchen, 8 settembre 1949) è stato un compositore e direttore d'orchestra tedesco del periodo tardoromantico. Dotato fin dall'infanzia di un grande talento musicale, Strauss rimase per tutta la prima metà del Novecento uno dei principali compositori nel panorama mondiale.
Noto soprattutto per i suoi poemi sinfonici e le sue opere liriche, Richard Strauss non è da confondere con gli Strauss viennesi, famosi compositori di musica da ballo, con i quali non aveva parentela.


Richard Strauss nacque a Monaco di Baviera nel 1864. II padre era primo corno nell'Orchestra di Corte e la madre apparteneva ad una ricca famiglia di produttori di birra. 
Il giovane Richard crebbe negli agi e si appassionò alla musica fin dalla tenera età. Fu un bambino prodigio, che iniziò a studiare il pianoforte a soli quattro anni e scrisse la sua prima
polka due anni dopo. Il precoce talento non gli impedì di seguire un normale corso di studi e nel 1882 si iscrisse all'Università di Monaco, che frequentò però un solo anno, ormai deciso a seguire il proprio destino musicale.


Primi riconoscimenti

Una delle sue prime composizioni giovanili fu la Serenade op. 7, un brano molto apprezzato da Hans von Bulow che, nel 1885, fece assumere Strauss come direttore d'orchestra a Meiningen. Fu questo l'inizio di una folgorante carriera  che durò per i quarant'anni successivi in vari teatri d'opera. 
Dopo un viaggio in Italia nel 1886 e un soggiorno a Bayreuth, Strauss fu profondamente colpito dalle musiche di Wagner, tanto che molti richiami allo stile wagneriano furono da allora inseriti nelle nuove composizioni.


Direttore d'orchestra e compositore di successo

Il successo internazionale come direttore d'orchestra andò di pari passo con il suo successo come compositore, attività nella quale raggiunse la propria consacrazione definitiva nel 1888 con l'imponente poema sinfonico Don Giovanni, seguito da Till Eulenspiegel (1894), Così parlò Zarathustra (1895) e Don Chisciotte (1897). 
In queste opere Strauss ha lasciato splendidi esempi di quella "musica a programma" dove le musiche descrivono un racconto o traggono spunto da un testo filosofico.
In ambito teatrale, dopo il successo di Salomè nel 1905, il musicista compose una serie di opere, anch'esse molto apprezzate, in collaborazione con il poeta Hugo von Hofmannsthal: Elektra (1909), Il cavaliere della rosa (1911), Arianna a Nasso (1912) e, nel 1919, La donna senz'ombra.


Un personaggio stimato e controverso

Nel 1924, in occasione del suo 60esimo compleanno, Strauss decise di dedicarsi esclusivamente alla composizione e si ritirò a vita privata nella sua principale residenza di Garmisch. La sua reputazione fu poi offuscata durante gli anni del nazismo, quando divenne Presidente della Musikkammer del Reich, il Consiglio musicale del Reich hitleriano. Ma quando morì nel 1949, fu salutato come una delle più grandi figure musicali del suo tempo.


UN INCONTRO BURRASCOSO
1894

La prima opera lirica di Strauss, Guntram, fu rappresentata nel maggio 1894 a Weimar, dove ricevette un accoglienza tiepida. Sarebbero dovuti trascorrere ancora molti anni prima che le sue opere raggiungessero il successo. Tuttavia, durante la prova generale di Guntram accadde un episodio che avrebbe cambiato per sempre la sua vita.

Il diverbio

La soprano Pauline de Ahna, che si era molto arrabbiata durante le prove, decise di ritirarsi in camerino dove fu raggiunta da Strauss. Dopo un violento scontro verbale, seguì un silenzio tombale a cui gli orchestrali, indignati per per la situazione, reagirono comunicando il loro rifiuto di continuare a lavorare con una cantante così bizzosa. 
Ma uno Strauss radioso replicò: "Ne sono oltremodo addolorato, dato che la Signorina de Ahna ed io abbiamo or ora deciso di fidanzarci".

Una vita vivace

Il matrimonio della coppia fu celebrato nel 1894 e Strauss regalò a Pauline quattro lieder dell'Op. 27. Il carattere della moglie fu sempre molto vivace e creò al compositore molte situazioni imbarazzanti. Eppure Pauline fu una costante fonte di ispirazione: per i lieder per il poema sinfonico Vita d'eroe, per l'opera carica di tensione sensuale Sinfonia domestica (1902) e per Intermezzo (1924). 
In tutte queste composizioni, Strauss creò una musica di grande effetto attingendo alla vivace vita domestica.


BIOGRAFIA IN BREVE

1864 - Nasce I'11giugno a Monaco di Baviera

1870 - Compone la Schneiderpolka

1882 - Si iscrive all'Università di Monaco, ma dopo un anno abbandona gli studi per seguire la carriera musicale

1885 - Von Bulow lo nomina direttore d'orchestra a Meiningen

1887 - Conosce la cantante Pauline de Ahna, che sposerà sette anni più tardi

1889 -  Kapellmeister al Teatro Granducale di Weimar

1898 - Primo direttore d'orchestra dell'Opera Reale di Berlino

1899 - Conosce il poeta Hugo von Hofmannsthal, che diventerà il librettista delle sue opere liriche più celebri

1919 - Direttore dell'Opera di Stato di Vienna

1924 - Si ritira a Garmisch, in Germania, per dedicarsi esclusivamente alla composizione

1929 - Muore von Hofmannsthal: inizia la collaborazione con S. Zweig

1933 - Presidente della Musikkammer voluta dai Nazisti

1933 - Viene costretto a dimettersi dalla carica di presidente dopo che, in una lettera, si mostra solidale con I'ebreo Zweig e sprezzante verso il regime

1945 - Accusato di collaborazionismo viene esiliato in Svizzera

1949 - Muore l'8 settembre nella sua residenza di Garmisch per una crisi cardiaca.








Sta................

.

Nessun commento: