lunedì 22 dicembre 2014

STRUMENTI MUSICALI - IL CORNO (Musical Instruments - The horn)






                         
 IL CORNO

Derivato dal corno da caccia, il corno fu utilizzato per la prima volta in Francia alla fine del Seicento.

Il suo timbro ricco e vario gli conferisce un suono cupo e malinconico nel cantabile, deciso e vibrante nel pieno dell'orchestra. 

Il corno oggi più diffuso è quello doppio in Fa e in Si bemolle, che consente di passare dall'una all'altra tonalità a seconda che si voglia privilegiare la facilità d'esecuzione (Si bemolle) o la maggiore fluidità delle note (Fa).










   
Il corno fu utilizzato fin dall'antichità per vari usi: chiamare a raccolta cani da caccia, lanciare
avvertimenti o richiamare i soldati in battaglia. Il corno dei mandriani è sopravvissuto fino al Novecento in Ungheria, dove Bartòk ne studiò l'estensione straordinaria del suono. 

I corni più antichi avevano un canneggio ridotto e mancavano dei pistoni (valvole che ampliano l'estensione del suono).

Il primo corno a pistoni fu ideato in Francia nel 1.827 da Labbaye e Halary e nel 1865, sempre in Francia, fu introdotto il corno doppio. 

Mozart contribuì a diffondere l'uso di questo strumento componendo quattro concerti per J. Leutgeb. 

Il corno figura anche in molti pezzi cameristici di Haydn e Brahms; Rimsky-Korsakov scrisse alcune partiture per due o quattro corni solisti.


LA TECNICA

La mano sinistra impugna la parte esterna vicino ai pistoni, mentre la destra funge da appoggio allo strumento e viene introdotta nel padiglione della campana in modo da regolare l'intensità del suono.

Il bocchino viene premuto contro le labbra dell'esecutore,
che 
vibrano per produrre il suono.

ESTENSIONE MUSICALE

CORNO DOPPIO IN FA E Si BEMOLLE

Nota più altamezzo sopra il Do


Nota più bassa: Il Si bemolle due ottave sotto il Do centrale.

L'estensione complessiva è di circa tre ottave e mezzo.



POSIZIONE DEL CORNO NELL'ORCHESTRA
I quattro corni dell'orchestra sono situati nella parte posteriore dell'orchestra, davanti ai timpani, e disposti a due a due secondo l'accordatura


















  
LA FAMIGLIA DEI CORNI















                   ESECUTORI FAMOSI
Dennis Brain (17 maggio 1921 - 1 settembre 1957) è stato un cornista
virtuoso britannico che ha avuto il merito di rendere popolare
il corno come strumento classico solista del dopoguerra.
Con la collaborazione di Herbert von Karajan e la Philharmonia Orchestra,
ha prodotto le registrazioni definitive del corno per concerti
di Wolfgang Amadeus Mozart.


Barry Emmanuel Tuckwell (nato il 5 marzo 1931),
è un giocatore di corno australiano che ha trascorso gran parte
della sua vita professionale nel Regno Unito e negli Stati Uniti.




Sta...........................................


Nessun commento: