domenica 2 novembre 2014

LA GAZZA LADRA (Ouverture) (The Thieving Magpie) - Gioachino Rossini



   
 LA GAZZA LADRA 
Musica - Gioachino Rossini
Lingua originale - Italiano
Genere - Opera semiseria
Libretto - Giovanni Gherardini
Fonti letterarie - Théodore Badouin d'Aubigny e Louis-Charles Caigniez, La pie voleuse 
Due Atti
Epoca di composizione 1817
Prima rappresentazione - 31 maggio 1817 Teatro alla Scala -  Milano

Versioni successive
Pesaro 1818

Personaggi

Fabrizio Vingradito, ricco fittaiuolo (basso)
Lucia, moglie di Fabrizio (mezzosoprano)
Giannetto, figlio di Fabrizio; militare (tenore)
Ninetta, serva in casa di Fabrizio (soprano)
Fernando Villabella, padre della Ninetta; militare (basso)
Gottardo, podestà del villaggio (basso)
Pippo, giovine contadinello al servigio di Fabrizio (contralto)
Isacco, venditore ambulante (tenore);
Antonio, carceriere (tenore);
Giorgio, servo del podestà (basso);
Ernesto, compagno ed amico di Fernando, militare (basso);
Genti d'arme, contadini e contadine, famigli di Fabrizio (coro)
Una gazza
Un usciere



    
La Gazza ladra riscosse un successo immediato. È un classico esempio di melodramma, pieno di amore e intrighi e ispirato ad una storia vera. 

L'opera è ambientata in un periodo non specificato (dopo la Rivoluzione francese e le Guerre Napoleoniche), in un villaggio presso Parigi.

Ninetta, la protagonista, è una servetta in una ricca proprietà ed è innamorata del figlio dei signori, che naturalmente disapprovano la loro relazione. La scomparsa di un cucchiaio d'argento offre l'occasione per accusare Ninetta e condannarla a morte; tuttavia, secondo la migliore tradizione del melodramma, si troverà infine il vero colpevole (una gazza ladra) e l'opera può quindi concludersi con il lieto fine (in realtà invece, la ragazza fu impiccata).

L'ouverture è dominata dal rullo dei tamburi, che riflette anche lo sfondo militaresco su cui si sviluppa la vicenda e anticipa la salita al patibolo di Ninetta.





Sta...............


Nessun commento: