martedì 28 ottobre 2014

GUGLIELMO TELL (William Tell) - Gioachino Rossini







GUGLIELMO TELL 
Gioachino Rossini


Rossini, universalmente noto per le sue opere buffe, scrisse alcuni drammi tra cui il Guglielmo Tell, che racconta la storia dell'omonimo patriota svizzero, famoso per aver centrato con l'arco una mela posta sulla testa del figlio.

Basata sulla commedia di Friedrich Schiller, Guglielmo Tell tocca temi cari all'indole rossiniana, come la ricerca dell'indipendenza e della libertà. 
Composta a Parigi, l'opera si inquadra nella tradizione operistica francese, che prevede alcune scene di balletto. È questa l'ultima opera scritta da Rossini.


video


Un desiderio di giustizia

Questa ouverture è probabilmente uno dei lavori più originali che Rossini abbia mai scritto. 
Si apre con un accattivante passaggio affidato ai violoncelli. 
L'evocazione di uno scenario idilliaco e pastorale crea l'ambientazione del dramma che segue, riecheggiando nello stesso tempo un mondo dove regnano la pace, la stabilità e l'armonia.
Scoppia quindi una violenta tempesta con tuoni e fulmini, rappresentata con grande efficacia dal crescendo dell'orchestra, cui segue la quiete del paesaggio campestre.
Il richiamo del pastore assolve alla funzione di preludio ad un assolo del corno inglese. 
Proprio quando tutto sembra tranquillo, uno squillo di tromba annuncia il richiamo alle armi anticipando il tema della lotta per la libertà nella quale l'uomo comune, rappresentato da Guglielmo Tell, animato solo dal suo senso per la giustizia, diventa un eroe.






Nessun commento: