domenica 20 luglio 2014

STRUMENTI MUSICALI - IL CLARINETTO (Musical instruments - The clarinet )



CLARINETTO

Le sonorità calde e fluide e la grande ricchezza espressiva del clarinetto sono un simbolo del Romanticismo musicale dell'Ottocento. 

Alla fine del Settecento il clarinetto fu inserito nell'orchestra grazie a Mozart. Egli fu tra i primi a comprenderne le potenzialità e scrisse molte composizioni per il clarinettista Anton Stadler (Bruck an der Leitha, 28 giugno 1753 – Vienna, 15 giugno 1812) è stato un clarinettista ed esecutore di clarinetto di bassetto austriaco,  che con i suoi virtuosismi estese ulteriormente le possibilità dello strumento contribuendo al suo ingresso di diritto nel repertorio classico. 
La versatilità del clarinetto ne fa inoltre uno strumento indispensabile anche nella musica moderna e soprattutto nella musica jazz.




Il clarinetto, che in origine aveva solo due chiavi, fu inventato in Germania in epoca barocca. Furono poi aggiunte altre chiavi e a inizio Ottocento, in Francia, si giunse alla versione moderna, con la canna in legno divisa in quattro sezioni e le chiavi in argento. 
Il bocchino contiene un'ancia semplice, che vibra con il soffio dell'aria producendo un'estensione molto ampia. 
I clarinettisti spesso utilizzano strumenti di dimensioni diverse in funzione del tipo di musica; per esempio il clarinetto piccolo in Mi bemolle è particolarmente apprezzato per il suo suono frizzante, quello in Do per la sua voce brillante.

Brahms e Debussy hanno scritto partiture per clarinetto solista, mentre Stravinsky e Bartòk hanno dedicato alcune loro composizioni al clarinettista Benny Goodman.


Benjamin David "Benny" Goodman (Chicago, 30 maggio 1909 – New York, 13 giugno 1986) è stato un celebre clarinettista, compositore e direttore d'orchestra statunitense. Specialmente negli anni trenta ebbe grandi successi con la sua Big Band ed è ritenuto il più importante protagonista dello swing.


Emma Johnson (Barnet , 20 Maggio 1966) clarinettista britannica


Clarinetto anticoalcuni esemplari originali sono ancora utilizzati









  
ESTENSIONE MUSICALE

CLARINETTO IN SI BEMOLLE

Nota più alta: Il La tre ottave sopra il Do centrale.

Nota più bassa: Il Re quasi un'ottava sotto il Do centrale.


LA TECNICA


Il clarinetto viene tenuto distante dal corpo dell'esecutore, con un'angolazione di 30-40°. 
Le dita della mano sinistra sono vicine al bocchino, mentre quelle della destra sono spostate più in basso.



L'esecutore afferra il bocchino con i denti superiori, mentre i denti inferiori si trovano a contatto del labbro inferiore che è premuto contro l'ancia


POSIZIONE NELL'ORCHESTRA


I clarinetti generalmente posizionati dietro i flauti e davanti ai corni
I clarinetti più utilizzati nell'orchestra sono quelli in Si bemolle, seguiti da quelli in La.




VEDI ANCHE GLOSSARIO MUSICALE

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P Q R - S - T - U - V - X - Z




Nessun commento: