mercoledì 30 luglio 2014

MANON LESCAUT - Giacomo Puccini

  
MANON LESCAUT
Musica di Giacomo Puccini
Libretto - Luigi Illica, Marco Praga, Domenico Oliva, Ruggero Leoncavallo
Tratto da Storia del cavaliere Des Grieux e di Manon Lescaut - Antoine François Prévost
Atti quattro
Epoca di composizione - Estate 1889 - ottobre 1892
Prima rappresentazione - 1º febbraio 1893 Teatro Regio, Torino

Versioni successive

21 dicembre 1893, Teatro Coccia di Novara

Personaggi

Manon Lescaut (soprano)
Renato Des Grieux (tenore)
Lescaut, fratello di Manon (baritono)
Geronte di Ravoir, tesoriere generale (basso)
Edmondo, studente (tenore)
Un lampionaio (tenore)
Un musico (mezzosoprano)
Un oste (basso)
Il maestro di ballo (tenore)
Un Sergente degli Arceri (basso)
Il Comandante di Marina (basso)
Un parrucchiere (mimo)




Terza opera di Puccini e suo primo grande successo, è la storia di un giovane studente aristocratico, Des Grieux, che incontra Manon Lescaut. 
La donna sta per entrare in convento, ma lui è colpito dalla sua bellezza e dal suo fascino. 'Donna non vidi mai', canta Des Grieux; perdutamente innamorato di lei, implora che il carezzevole sussurro della sua voce non abbia mai fine. 

Ma il loro amore è segnato; alla fine del secondo atto si inserisce un incantevole intermezzo che denota il passare del tempo e preannuncia un cambio di scena. 

Questo intermezzo coincide con un attimo di riposo per Manon, come se volesse ripensare ai giorni felici, mentre incalzano i turbolenti eventi che porteranno la sua morte e quella di Des Grieux, a causa della fame e degli stenti patiti in esilio.


Organico orchestrale

La partitura prevede l'utilizzo di:

ottavino, 3 flauti, 2 oboi, corno inglese, 2 clarinetti, clarinetto basso, 2 fagotti

4 corni, 3 trombe, 3 tromboni, basso tuba

timpani, tamburo, triangolo, grancassa e piatti, tam-tam

carillon (glockenspiel), celesta, arpa

archi

Da suonare internamente:

flauto, cornetta, campana, tamburo, sonagliera


Nessun commento: