giovedì 19 giugno 2014

TRE PRELUDI PER PIANOFORTE (Three Preludes for Piano) - George Gershwin


Gershwin era un bravissimo improvvisatore al pianoforte. In questi tre preludi però volle dimostrare che era anche in grado di comporre per il suo strumento preferito. 
Scritti nel 1926, dovevano essere inseriti in un ambizioso progetto (mai ultimato) di 24 preludi, sull'esempio di Chopin. 
Questi tre preludi, che furono gli unici pubblicati, costituiscono da soli una piccola opera completa.

Il Preludio n. 1 introduce in chiave 'blues' il tema conduttore affidandolo ad una sola nota, per poi svilupparsi in un ritmo fortemente sincopato con un tocco latino-americano. 

Il Preludio n. 2  richiama una ninnananna, tratteggiata dall'onnipresente armonia'blues' che crea
un'affascinante ambivalenza tra le brillanti tonalità maggiori e le più cupe tonalità minori, concludendo con una sezione centrale più fantasiosa.

 Infine il Preludio n. 3 riprende gli impulsi ritmici e gli sfavillanti virtuosismi del primo preludio.


Nessun commento: