mercoledì 28 maggio 2014

LUCIO BATTISTI - Vita e musica (Life and Music)



Lucio Battisti (Poggio Bustone, 5 marzo 1943 – Milano, 9 settembre 1998) è stato un cantautore, polistrumentista, produttore discografico e compositore italiano.

Lucio Battisti è uno dei cantautori più originali del panorama musicale italiano. 
Le sue canzoni sono state una presenza costante per molte generazioni e, ancora oggi, sono ascoltate e amate dai giovani.
Esse rappresentano una svolta importante nella musica pop italiana perché, oltre ad adottare aspetti derivati dalla musica anglosassone, hanno rilanciato le tematiche sentimentali che all'epoca (anni Settanta), sembravano sorpassate.
Il modo di cantare i sentimenti di Battisti è rivoluzionario rispetto a quello della tradizione italiana: le gioie e i dolori della vita di coppia, le emozioni degli innamorati, le fragilità maschili e femminili vengono descritte in ogni loro sfaccettatura, in una semplice ma attenta analisi.
Anche il modo di cantare di Lucio Battisti è del tutto particolare: non dotato di grandi doti canore, egli interpreta le sue canzoni con uno stile personale, lontanissimo dal "bel canto" italiano. La sua voce un po' rauca, gli acuti improvvisi in falsetto, le parti di testo quasi declamate creano una forte intensità emotiva, che ben si presta a rappresentare l'alternarsi delle gioie e dei dolori della vita amorosa.


La collaborazione con Mogol

Nato a Poggio Bustone in provincia di Rieti il 5 marzo 1943, Lucio Battisti è un ragazzo di provincia che, carico di sogni e di speranze, cerca di imporsi come autore di canzoni.
Nel 1965 viene notato da un discografico che lo mette in contatto con il paroliere Giulio Rapetti, in arte Mogol
Inizia così tra i due artisti un'intensa collaborazione che, in poco tempo, darà risultati inaspettati. Siamo in piena era beat e Battisti preferisce affidare le sue canzoni a gruppi affermati: nel 1966 dalla celebre trasmissione radiofonica Bandiera Gialla viene lanciata 29 settembre interpretata dall'Equipe 84
E' il suo primo grande successo.

L'anno successivo Battisti, su consiglio di Mogol, diventa interprete delle sue canzoni, accompagnandosi con la chitarra, che ha imparato a suonare da autodidatta. E' la scelta vincente che pone le basi al successo illimitato degli anni successivi. 
Il suo modo di cantare diventa una caratteristica musicale delle sue canzoni. 
La sua voce s'identifica sempre più con la sua musica. 


Piccoli grandi capolavori

A partire dal 1969 compone le sue canzoni più famose come Acqua azzurra, acqua chiara e Mi ritorni in mente, intramontabili e irripetibili successi di critica e pubblico.
Inizia l'epopea di Mogol-Battisti, che condizionerà il percorso della canzone italiana negli anni successivi.
Il fenomeno è anche sociale: siamo a ridosso della contestazione giovanile del Sessantotto e la canzone italiana risente di quel clima di rinnovamento, di speranza, di rabbia. Le canzoni di Battisti sono in controtendenza, perché sfuggono a questa tipologia: sono l'opposto della classica canzone di protesta, e per questo spesso sono additate come superficiali e non rispondenti alla sensibilità del loro tempo. 
Eppure, il fatto che siano tuttora molto amate, le ha consacrate come intramontabili espressioni dei sentimenti giovanili di tutti i tempi.
Nei primi anni Settanta nascono piccoli grandi capolavori: Emozioni...., Fiori rosa, fiori di pesco...., Pensieri e parole...., La canzone del sole (insuperato inno giovanile)...., Anche per te...., I giardini di marzo...., La luce dell'est....., Il mio canto libero..., Il nostro caro angelo...., e ancora tante altre.
È questo un periodo magico per Battisti, che inizia anche un'intensa attività artistica: collabora con Mina che, con le sue mirabili interpretazioni, darà ulteriore fama alle sue creazioni musicali, lancia il gruppo dei Formula 3con il quale farà anche una lunga tournée e abbandona la Ricordi per fondare una nuova casa discografica, la Numero uno.

Verso la fine degli anni Settanta termina la collaborazione artistica con Mogol. Questa rottura porta l'artista a un significativo cambiamento di stile. Nel 1982 il cantautore pone le basi per un nuovo progetto artistico: una musica più sperimentale, con un grande uso di sintetizzatori e batterie elettroniche. I testi sono della moglie Grazia Letizia Veronese (in arte, Velezia).
Nel 1986 inaugura con l'album Don Giovanni ma nuova collaborazione con il poeta Pasquale Panella che, anche se darà buoni risultati, non raggiungerà più i livelli artistici del passato.
Le recensioni negative ricevute da almeno una parte della critica e dal pubblico, associate a un carattere introverso e riservato, lo porteranno progressivamente ad allontanarsi dal mondo dello spettacolo fino alla decisione finale di non apparire più in pubblico, così come già aveva scelto di fare prima di lui Mina
Improvvisamente, nell'agosto del 1998, Lucio Battisti viene ricoverato all'Ospedale San Paolo di Milano per una grave malattia. 
Si spegne dopo poco, il 9 settembre dello stesso anno, a soli 55 anni.



VEDI ANCHE . . .


ACQUA AZZURRA, ACQUA CHIARA - Lucio Battisti (1969)

DIECI RAGAZZE - Lucio Battisti (1969)

MI RITORNI IN MENTE - Lucio Battisti (1969)

7 e 40 - Lucio Battisti (1969)

NEL SOLE, NEL VENTO, NEL SORRISO, NEL PIANTO - Lucio Battisti (1969)

E PENSO A TE - Lucio Battisti (1970)

FIORI ROSA FIORI DI PESCO - Lucio Battisti (1970)

IL TEMPO DI MORIRE - Lucio Battisti (1970)

EMOZIONI - Lucio Battisti (1970)

ANNA - Lucio Battisti (1970)

PENSIERI E PAROLE - Lucio Battisti (1971)

INSIEME A TE STO BENE - Lucio Battisti (1971)

DIO MIO NO - Lucio Battisti (1971)

LA CANZONE DEL SOLE - Lucio Battisti (1971)

ANCHE PER TE - Lucio Battisti (1971)

I GIARDINI DI MARZO - Lucio Battisti (1972)

COMUNQUE BELLA - Lucio Battisti (1972)

IL MIO CANTO LIBERO - Lucio Battisti (1972)

CONFUSIONE - Lucio Battisti (1972)

IO VORREI, NON VORREI, MA SE VUOI - Lucio Battisti (1972)

LA LUCE DELL'EST - Lucio Battisti (1972)

LA COLLINA DEI CILIEGI - Lucio Battisti (1973)

QUESTO INFERNO ROSA - Lucio Battisti (1973)

ANCORA TU - Lucio Battisti (1976)

DOVE ARRIVA QUEL CESPUGLIO - Lucio Battisti (1976)

AMARSI UN PO' (To feel in love) - Lucio Battisti (1977)

SÌ VIAGGIARE - Lucio Battisti (1977)

UNA DONNA PER AMICO - Lucio Battisti (1978)

PRENDILA COSÌ - Lucio Battisti (1978)

NESSUN DOLORE - Lucio Battisti (1978)


CON IL NASTRO ROSA - Lucio Battisti (1980)








Sta...................


1 commento:

bla78 ha detto...

E' iniziato il Campionato dei Cantautori! Su TraKs si vota tutto il giorno per la prima sfida: Lucio Battisti contro Pierangelo Bertoli... Si può votare tutte le volte che si vuole: http://wp.me/p3KfqT-w0