martedì 13 maggio 2014

LA SPOSA VENDUTA (The Bartered Bride - Prodaná nevěsta) - Bedřich Smetana



    
LA SPOSA VENDUTA 
Titolo originale - Prodaná nevěsta (The Bartered Bride) 
Lingua originale - Ceco
Genere - Opera comica in tre atti 
Musica - Bedřich Smetana (1824 - 1884)
Libretto - Karel Sabina
Epoca di composizione 1863 - 1866
Prima rappresentazione - 30 maggio 1866
Teatro Provvisorio di Praga
Filarmonica Ceca (Czech Philharmonic Orchestra)

Personaggi, voce, interpreti (Cast della prima, 30 maggio 1866)

Krušina, un contadino - Baritono - Josef Paleček
Ludmila, sua moglie - Soprano - Marie Procházková
Mařenka, loro figlia - Soprano - Eleonora von Ehrenberg
Mícha, un proprietario terriero - Basso - Vojtěch Šebesta
Háta, sua moglie - Mezzosoprano - Marie Pisařovicová
Vašek, il loro figlio -  Tenore - Josef Kysela
Jeník, figlio di Mícha da un precedente matrimonio - Tenore - Jindřich Polák
Kecal, un sensale di matrimoni - Basso - František Hynek
Principál komediantů, Ringmaster - Tenore - Jindřich Mošna
Indián, un attore indiano - Basso -  Josef Křtín
Esmeralda, ballerina e attrice - Soprano - Terezie Ledererová


Il Teatro Nazionale di Praga era stato fondato allo scopo di promuovere l'arte ceca. La prima opera di Smetana rappresentata in questo teatro, I Brandeburghesi in Boemia, fu però criticata da alcuni perché ritenuta troppo wagneriana.
Con la seconda composizione teatrale, La sposa venduta (in alto una locandina), l'opera ceca ebbe finalmente modo di affermarsi a livello internazionale. 
Tra il 1866 e il 1870 Smetana si dedicò a perfezionare la prima versione di quest'opera comica, che narra la storia di una giovane fanciulla decisa a seguire I'impulso del suo cuore e a sposare l'uomo che ama, nonostante l'opposizione della famiglia (riprendendo così una delle trame più comuni del repertorio operistico mondiale).
La musica esprime una successione di ambientazioni vivaci della vita contadina tra danze e canti animati. 




L'Ouverture crea immediatamente le premesse per i concitati avvenimenti che seguiranno. 
L'esordio brioso viene preannunciato da una veloce fuga per archi che caratterizza l'introduzione in una cascata di virtuosismi orchestrali. 
Talvolta il ritmo incessante viene interrotto dalle note di una danza vivace o da una pausa di quiete, senza però essere alterato
Nella Polka tradizionale la severa introduzione vuole sottolineare il clima d'attesa per la danza che seguirà, stemperandosi in ritmi più leggeri sulle note degli ottoni, dell'ottavino e dei piatti che scaldano gli animi nella gioiosa cornice della piazza del villaggio.
Il Furiant  è un'altra danza tradizionale ceca, dai ritmi veloci e precipitosi (come suggerisce il nome), che Smetana utilizza in crescendo in un sinuoso tema iniziale.
II ritmo si stempera brevemente in un tema più lirico ma sempre animato a passo di valzer, ma la verve del Furiant è irrefrenabile nel riproporsi, e la danza prosegue indomabile fino alla sua conclusione.


VEDI ANCHE . . .


Nessun commento: