domenica 16 febbraio 2014

O - GLOSSARIO DEI TERMINI MUSICALI (O - Glossary of Musical Terms)




GLOSSARIO DEI TERMINI MUSICALI

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P Q R - S - T - U - V - X - Z


OBBLIGATO - Termine che indicava nel '600 il ruolo, a carattere solistico o concertante, di uno strumento.

OBOE (Vedi scheda) - Strumento a fiato ad ancia doppia dal tubo leggermente conico, nato in Francia nel XVII secolo. È utilizzato nell'orchestra, nelle bande militari e nella musica da camera. 
Strumenti simili sono l'oboe d'amore e l'oboe da cacciaprogenitore del corno inglese.

OCARINA - Piccolo strumento musicale a fiato di forma ovoidale, di metallo o di terracotta, diffuso nell'Europa centrale e in Sud America.

OFFICIO - Il complesso delle preghiere che scandiscono la giornata del cristiano. 

OFICLEIDE - Strumento musicale a fiato di ottone; è il più basso di quelli appartenenti alla famiglia delle trombe a tasti. 
In epoca contemporanea è stato sostituito dalla tuba.

OLIFANTE (dal francese antico, letteralmente 'elefante') - Corno da caccia di avorio, utilizzato nel medioevo soprattutto nelle battute di caccia.

OMOFONIA - Strumenti e voci che si muovono all'unisono, seguendo un'identica linea melodica.

OMORITMIA - Esecuzione simultanea da parte di voci e/o strumenti di parti diverse aventi lo stesso ritmo. 

ONDES MARTENOT -  Strumento elettronico a tastiera in grado di produrre glissandi.

OPERA - Rappresentazione teatrale in cui i personaggi cantano anziché recitare.
Sinonimo di opera è melodramma, mentre diversa denominazione hanno assunto le varie forme di opera sviluppatesi nei diversi paesi e nel corso dei secoli (vedi opera buffa, opera comique).
Il termine è usato anche per definire le composizioni di un musicista. Gli scritti musicali sono infatti catalogati per numero di opera attribuito a della successione cronologica delle composizioni.

OPERA BUFFA - Opera comica, distaccatasi dall'opera seria, caratterizzata da una maggiore libertà stilistica. Fu molto diffusa in Italia e in Europa nel XVIII secolo.

OPERA COMIQUE -  Genere di opera francese, così denominata dal teatro parigino (Opéra-Comique) nella quale era rappresentata. Fu caratterizzata da soggetti di tipo popolaresco e dalla leggerezza dei toni.

OPERA DA CAMERA - Opera di proporzioni ridotte caratterizzata pochi personaggi, organico strumentale ridotto e apparato scenico essenziale.

OPERA SERIA -  Definizione dell' opera italiana del secolo XVIII, di argomento eroico o mitologico. La parte del protagonista era di solito affidata a un castrato.

OPERETTA - Genere teatrale composto da una commedia in musica, con trama semplice (spesso fantasiosa) di carattere a volte gaio e brillante, a volte sentimentale e patetico, caratterizzato dall'alternanza di recitazione e numeri musicali (arie, duetticori, danze) e da una scenografia ricca e di grande effetto.
Finalità principale dell'operetta è il divertimento fondato sul carattere farsesco e satirico delle situazioni, sul fascino determinato dalla piacevolezza delle danze (mazurka, valzer, fox-trot, etc.) e sull'orecchiabilità delle melodie. 
Derivata dal singspiel e dall'opéra-comique, nacque come genere autonomo intorno al 1850 in Francia grazie alle celebri composizioni di Offenbach come Orfeo all'inferno, La belle Hélene e La vie parisienne.
Il genere si diffuse con caratteristiche proprie in Austria (con Suppé, Strauss e Lehar), in Germania (con Lincke e Gilbert), in Gran Bretagna (con Sullivan e Jones) e in Italia, i cui più celebri compositori furono Costa, Ranzato (autore delle famose opere: Il paese dei campanelli e Cin-Ci-Là) e Petri (con Addio giovinezza).

ORATORIOComposizione musicale di argomento sacro per solista, coro e orchestra, stilisticamente affine all'opera ed eseguita in una sala da concerto o in una chiesa.

ORCHESTRA - Complesso di strumenti musicali, che eseguono musica operistica o sinfonica.
Formata dalle seguenti sezioni: archi (violini, viole, violoncelli e contrabbassi), fiati, (suddivisi in legni e ottoni), percussioni e arpa.

ORCHESTRA DA BALLOGruppo che suona musica per un pubblico danzante, molto diffusa fra gli anni Venti e Cinquanta del Novecento. 
Fra i più famosi leader di questi gruppi si ricorda Benny Goodman.
Gli strumenti utilizzati più frequentemente in questo tipo di orchestra sono: sassofoni, trombetromboni, chitarra, basso elettrico, tamburi e batteria.

ORCHESTRA DA CAMERA - Piccolo gruppo di strumenti che normalmente si esibisce in spazi con piccole dimensioni sceniche.

ORCHESTRA DI FIATIOrchestra priva della sezione degli archi, in cui sono però presenti sassofoni e contrabbassi.
Chiamata anche 'banda concertistica'.

ORCHESTRA SINFONICA -  Ampio complesso di strumenti musicali suddiviso nelle sezioni di archi, fiati (legni e ottoni), arpapercussioni
Nel secolo XVIII le orchestre avevano un organico di circa 20 elementi; attualmente possono raggiungere i 100.

ORCHESTRAZIONEL'arte di adattare un brano musicale per orchestra distribuendo le parti tra i vari strumenti.

ORECCHIO ASSOLUTOLa capacità di riconoscere un suono o di intonarlo con la voce, senza averlo precedentemente ascoltato.

ORGANETTO - Organo automatico, nel quale i suoni sono prodotti da speciali sporgenze su una manovella che viene fatta ruotare con la mano.

ORGANICO - L'insieme degli strumenti che formano un ensemble.

ORGANO (Vedi scheda) - Strumento musicale aerofono, composto da uno o più file di canne, nelle quali il suono viene prodotto dalla pressione dell'aria generata da un meccanismo apposito.
Due tastiere per le mani e una pedaliera regolano l'immissione dell'aria nelle canne attraverso delle valvole.

ORGANO ELETTRONICODefinizione ormai estesa ad indicare quasi tutti gli strumenti elettronici a tastiera (a esclusione del pianoforte elettronico, del sintetizzatore e del campionatore).

ORGANO IDRAULICO -  Progenitore dei moderni organi a canne, questo strumento fu inventato nell'antica Grecia; è noto anche come organo ad acqua.
Esso utilizzava l'acqua per mantenere una pressione costante sull'aria che veniva spinta nelle canne.

ORGANO IN ECO -  Tastiera che si trova in alcuni grandi organi, che produce particolari effetti di eco.

ORNAMENTO - Una o più note di abbellimento della melodia, che possono essere aggiunte sia dal compositore che dall'esecutore. 
Il verbo 'ornamentare' significa proprio aggiungere un ornamento.

OTTAVA - Intervallo di otto note tra due suoni di cui uno sia il primo armonico dell'altro (con frequenza l'una doppia dell'altra), che abbraccia gli otto gradi della scala diatonica.

OTTAVINO - Strumento aerofono in metallo o legno della famiglia del flauto. Simile a quest'ultimo per forma, ma di dimensioni ridotte, ha una tessitura superiore di un'ottava a quella del flauto ed è lo strumento con registro più acuto nell'orchestra moderna.

OTTETTO Composizione destinata a una formazione di otto strumenti (archi e fiatio voci. Esempi del genere sono gli ottetti per archi di Schubert.

OTTONI - Nome che individua una classe di strumenti musicali fatti di ottone o altro metallo, in antitesi ai legni, nei quali l'aria viene spinta e graduata dalle labbra dell'esecutore. 
In un'orchestra, in genere, la sezione degli ottoni è composta da quattro corni, due o tre trombeun trombone bassodue tromboni tenori e una tuba.

OTTOTONICO - Sistema in cui le note sono disposte secondo intervalli di toni semitoni, che possono produrre una scala maggiore o minore. 
Nel jazz sono frequenti le scale ottotoniche modali.

OUVERTUREComposizione orchestrale posta ad introduzione di un'opera lirica, un oratorio o di altre forme analoghe, che anticipa quelli che saranno i temi musicali successivi della composizione.
Per ouverture concertistica, si intende un brano orchestrale a sé stante, spesso nel genere della musica a programma.
Il termine deriva dai balletti di corte francesi dei primi anni del Seicento, ma già la sinfonia italiana, che veniva premessa soprattutto a composizioni teatrali, corrispondeva alla funzione dell'overture.
Così nei secoli XVII e XVIII vennero definiti due tipi distinti di ouverture: quella francese, definita da Lully e caratterizzata da un inizio lento, e quella italiana che iniziava con un allegro e aveva per lo più carattere di danza.


VEDI ANCHE . . .


Nessun commento: