lunedì 23 dicembre 2013

I - GLOSSARIO DEI TERMINI MUSICALI (I - Glossary of Musical Terms)




GLOSSARIO DEI TERMINI MUSICALI

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P Q R - S - T - U - V - X - Z


IDILIO - Termine di derivazione letteraria che indica una scena o una composizione pastorale dal carattere piuttosto semplice e pacifico.

IDIOFONO - Strumento che produce il suono mediante la messa in vibrazione del materiale stesso di cui è composto, senza l’intervento do corde o membrane tese. 

IDIOFONI A LAMINA - Strumenti a percussione, in grado di produrre suoni intonati, provvisti di una sorta di tastiera, costituita da lamine di metallo che vengono colpite da martelletti. 
Ne sono esempi lo xilofonoil vibrafono, la marimba e il glockenspiel.

IMBOCCATURA - Negli strumenti a fiato è la parte che si introduce in bocca. 
Il termine indica anche la postura delle labbra e della mandibola necessarie per applicare la bocca allo strumento.

IMITAZIONE - Ripetizione, da parte di uno strumento o di una voce, di una frase già espressa da un altro, ma con un'altezza sonora diversa. 
Limitazione è una prassi frequentemente utilizzata nei canoni e nelle fughe.

IMPRESSIONISMOTermine derivato dal movimento artistico pittorico, affermatosi in Francia nella seconda metà del XIX secolo.
Con accezione estensiva, viene utilizzato anche in campo musicale per definire un tipo di musica non descrittiva né narrativa, quanto piuttosto un brano che svolge l'idea contenuta nel titolo in modo da trasmettere una sensazione di "colore".
Debussy e Ravel hanno composto musica spesso definita impressionista.

IMPROMPTU - Termine francese riferito a una composizione strumentale, soprattutto pianistica, propria del periodo romantico e caratterizzata da una struttura formale molto libera. 

IMPROVVISAZIONE -  Esecuzione musicale spontanea, talora su una base di accordi e armonie. 
Liszt e Chopin divennero famosi per la loro capacità di improvvisare.
Oggi l'improvvisazione è una prassi assai diffusa nella musica jazz o nelle composizioni per organo.

IMPROVVISO - Brano strumentale nato da un'ispirazione immediata. 
Schubert e Chopin sono famosi per i loro improvvisi.

IN CERCHIO - Espressione riferita a un certo numero di brani musicali, anche canzoni, caratterizzati da un'idea comune o da un tema analogo, da eseguirsi in serie.

lNDETERMINATOTecnica compositiva moderna in cui il compositore lascia in sospeso alcune sezioni di un suo brano, affidandone il completamento all'estro dell'esecutore.

INDICAZIONE DI TEMPO È il segno posto all'inizio di un brano musicale, normalmente espresso da una frazione, che indica le pulsazioni contenute in una misura (battutae la durata di ogni pulsazione.

INNO - Canto di lode rivolto a una divinità, a un santo o a un eroe.
Oggi il termine indica un tipo di canto cristiano intonato da più cantori o anche una composizione utilizzata per rappresentare una nazione durante le cerimonie ufficiali.

INSIEME - Gruppo di interpreti, cantanti o strumentisti, che suonano insieme.
Normalmente è un gruppo piuttosto limitato, come un trio o un quartetto, comunque non sufficientemente ampio da costituire un'orchestra o un coro.
La parola viene anche usata per esprimere la qualità dello spirito di gruppo di un ensemble: "Hanno un buon insieme" (oppure il caso contrario).

INTAVOLATURA - Genere di notazione musicale in uso tra XGVI e XVII secolo, che consiste nell’uso di simboli grafici per indicare all’esecutore le note o la posizione della dita sui tasti o sulle orde dello strumento.

 INTENSITA' -  Grado di forza di un suono è legata al concetto di energia. 

INTERLUDIO - Breve brano musicale, orchestrale o corale, posto fra due scene, due atti d'opera o di balletto con funzione di collegamento.

INTERMEZZO - Nel secolo XVIII era un breve componimento teatrale di carattere buffo che veniva rappresentato tra un atto e l'altro di un'opera seria.
Nell'Ottocento, invece, con questo termine si definiva una breve composizione pianistica di forma libera.

INTERVALLO - Distanza tra due note musicali.
Viene classificato in base al numero di note che abbraccia (comprendendo nel calcolo anche la nota di partenza) e alla sua ampiezza.

INTONAZIONE -  Rispondenza di un suono rispetto all'altezza voluta. Viene misurata in Hertz (numero di oscillazioni in un minuto/secondo).

INTRODUZIONE - Sezione di apertura di un brano musicale. Può essere costituita da una breve serie di accordi, atti a richiamare l'attenzione, o da un vero e proprio piccolo episodio che precede l'esposizione del tema principale.

INVERSIONE - Tecnica compositiva in cui si rovescia la direzione di intervalli esistenti tra i suoni di una melodia:
Do-Mi = terza ascendente diventa Do-La = terza discendente).


VEDI ANCHE . . .


Nessun commento: