martedì 25 giugno 2013

LE QUATTRO STAGIONI - L'ESTATE (The Four Seasons - Summer) - Antonio Vivaldi

Estate - Pieter Bruegel il Giovane



 

L'estate  comincia precisamente con il momento più caldo della giornata, rappresentato da un opprimente fraseggio degli archi in un movimento allegro ma non troppo. Solo il cuculo si muove e diffonde il suo canto, subito raggiunto dal cardellino che cinguetta nell'aria. 

Una brezza leggera si trasforma presto in un forte vento, che turba la quiete del pastorello. 

L'adagio ritrae un ragazzo stanco, spaventato dalla tempesta che si avvicina, mentre fastidiose vespe e zanzare interrompono il suo riposo. 

Infine,  la tempesta esplode in modo presto.
Gli archi tuonano nelle note basse, poi torrenti di violini come colpi sulla terra. È una tempesta che non ha tregua, come si può evincere ascoltando i brani allegati in questa pagina.






Vivaldi - Estate- Allegro non molto - John Harrison (Violino)

Vivaldi - Estate - Adagio - John Harrison (Violino)

Vivaldi - Estate - Presto - John Harrison (Violino)



Nessun commento: