sabato 6 aprile 2013

NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE - Caterina Caselli (Testo, commento e video)





 
NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE

Autori: Luciano Beretta, Miki Del Pret€, Daniele Pace, Mario Panzeri
Interprete: Caterina Caselli

La verità mi fa male, lo so...
La verità mi fa male, lo sai!

Nessuno mi può giudicare, nemmeno tu!
(la verità ti fa male, lo so)
Lo so che ho sbagliato una volta e non sbaglio più
(la verità ti fa male, lo so)
Dovresti pensare a me 
e stare più attento a te
C'è già tanta gente che 
ce la su con me, chi lo sa perché?

Ognuno ha il diritto di vivere come può 
(la verità ti fa male, lo so)
Per questo una cosa mi piace e quell'altra no 
(la verità ti fa male, lo so)
Se sono tornata a te, 
ti basta sapere che
ho visto la differenza tra lui e te 
ed ho scelto te!

Se ho sbagliato un giorno ora capisco che 
l'ho pagata cara la verità,
io ti chiedo scusa, e sai perché?
Sta di casa qui la felicità.
Molto, molto più di prima io t'amerò
in confronto all'altro sei meglio tu
e d'ora in avanti prometto che
quel che ho fatto un dì non farò mai più!

Ognuno ha il diritto di vivere come può 
(la verità ti fa male, lo so)
Per questo una cosa mi piace e quell'altra no 
(la verità ti fa male, lo so)
Se sono tornata a te, 
ti basta sapere che
ho visto la differenza tra lui e te 
ed ho scelto te!

Se ho sbagliato un giorno ora capisco che 
l'ho pagata cara la verità,
io ti chiedo scusa, e sai perché?
Sta di casa qui la felicità.
Nessuno mi può giudicare, nemmeno tu...




   
La canzone, trasgressiva già nel titolo per gli anni Sessanta, viene presentata al Festival di Sanremo nel 1966 dall'allora quasi sconosciuta Caterina Caselli. La cantante, con il suo caratteristico caschetto di capelli biondi (da qui il soprannome Casco d'oro), ha un immediato successo.
Sono gli anni della contestazione giovanile: i giovani si ribellano ai valori tradizionali e sono alla ricerca di modelli più attuali, rispondenti alla loro sensibilità. Questa atmosfera influenza anche le canzoni.

La canzone rivendica con forza il diritto della protagonista a fare le sue scelte, a sbagliare e a ricredersi, anche per quanto riguarda la vita sentimentale, senza essere giudicata male.

Il brano inizia con un'introduzione lenta senza alcuno strumento che scandisca il ritmo. Poi, nel momento in cui la cantante pronuncia la frase "nessuno mi può giudicare€, nemmeno tu", inizia la parte più scatenata, in cui il basso e la batteria propongono un ritmo incalzante, che rende la canzone molto adatta al ballo.
   
Caterina Caselli oggi



NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE
NOTE MUSICALI

Estensione
Mi - Sol 2

Tonalità
Suonare: La m
Cantare: Do m



Nessun commento: