mercoledì 20 marzo 2013

REGGAE - Musica popolare e tematiche sociali (Popular music and social issues)



   
  Reggae è un genere di musica popolare che nasce in Giamaica verso il 1950 come miscela tra il rhythm and blues (musica afroamericana, dal ritmo marcato e ballabile, cantata con inflessioni blues e con uso di sax e chitarra elettrica) e gli influssi musicali africani.
Negli anni Sessanta confluisce nel rock, introducendovi un carattere melodico dolce e una ritmica cullante.
I testi sono spesso basati su tematiche sociali e manifestano atteggiamenti di protesta. Massimo esponente del genere (che ha avuto schiere di imitatori, anche tra i bianchi) è il cantante giamaicano Bob Marley.
Un anno prima della sua morte, avvenuta nel 1981 a soli 36 anni, Bob Marley ha tenuto un concerto in Italia, allo stadio Meazza di Milano alla presenza dr quasi 100.000 spettatori. 
Il reggae trova terreno fertile di diffusione in tutto il mondo grazie anche all'interesse suscitato presso grandi interpreti britannici e statunitensi (Paul Simon, Sting e i Police). Parallelamente al successo ottenuto negli anni Settanta da i Marley, molti artisti giamatcani diffondono il genere reggae nel mondo, ma negli anni Ottanta e, soprattutto, negli anni Novanta il genere perde buona parte della propria valenza sociale e viene abbondantemente sfruttato dalle consuete logiche commerciali dell'industria discografica.
   



   
Caratteri musicali del reggae

Nella musica reggae, la batteria esegue un accompagnamento che ricorda ritmi africani, il basso non segue gli stessi battiti della batteria ma anzi propone delle linee melodiche basate sugli accordi del brano; difficilmente suona la prima nota della battuta, ma inizia "in levare" (si dice che uno strumento inizia "in levare" quando il primo suono eseguito non è sul primo accento forte della battuta ma su un accento debole). 
Questo modo di suonare il basso è tipico solo del reggae, perché negli altri generi musicali il basso suona "in battere", cioè sugli accenti forti della battuta.
Anche la chitarra propone l'accompagnamento con gli accordi eseguiti quasi sempre "in levare", per aumentate il carattere ritmico del brano.
Le tastiere eseguono accordi molto lunghi, generalmente utilizzando un timbro simile a quello dell'organo. 
La melodia è semplice e lineare. Talvolta è proposta nel registro più acuto (cioè nelle note più alte). Ascoltando la musica reggae viene voglia di ballate, ma non in modo scatenato: un pezzo reggae invita a muovere ritmicamente il corpo.
  



    

VEDI ANCHE . . .



Nessun commento: