sabato 23 febbraio 2013

ROBERTO BALOCCO - Canzoni popolari piemontesi




Roberto Balocco è un cantante e compositore italiano (Torino, 21 giugno 1947). Studia da tecnico pubblicitario e cartellonista, ma intanto apprende dalla nonna paterna (di origine vercellese) le antiche canzoni piemontesi del repertorio urbano, come El sonadòr, Buffalo Bill..., e comincia a strimpellare la chitarra alla maniera folk americana finché, nel 1964, incontra il giornalista della "Gazzetta del Popolo" Pierino Novelli, che lo incoraggia a mettere a frutto la bella voce e il naturale talento musicale d'interprete. Nascono cosi Le canssôn  d'la piola (canzoni da osteria), titolo del suo primo concerto (gratuito) tenuto al Teatro Stabile di Torino, la sera del 25 febbraio 1965, in coppia con la giovane attrice Silvana Lombardo. Propone vecchi brani di repertorio folk urbano, più quattro pezzi nuovi composti dallo stesso Balocco su testi di Novelli. E' un successo e la Cetra ne fa subito un album, il primo, col medesimo titolo. Ne seguiranno altri sette, con Gino Luone al basso, Ducci alla fisarmonica e il maestro Giancarlo Chiaramello alle tastiere, e poi gli spettacoli prodotti da Aldo Landi al teatro Alfieri, con la collaborazione pianistica di Luciano Sangiorgi e la partecipazione del Quartetto Cetra: Staseira pensie nen (stasera non pensarci) e Ij ciarlatan (i ciarlatanii titoli. 
Nel 1968, arriva anche il Premio della Critica discografica all'album triplo Le nostre canssôn
Dieci anni più tardi pubblica un album doppio, registrato dal vivo al Teatro Carignano per celebrare dodici anni di successi. Poi, con torinese discrezione, il silenzio e la vita tranquilla e ritirata di funzionario della Sipra, che però coglie con gioia e gratitudine tutte le buone occasioni di riprendere la chitarra in mano e farsi una cantata con gli amici o davanti al pubblico di Piemonte in Piazza (estate 1990). 
Da ricordare anche un disco registrato nel 1976 con repertorio per l'infanzia, intitolato La storia l'è bela, fa piasì cònteIa, dall'incipit di una famosa filastrocca popolare.
  
  

Sta...............

Nessun commento: