giovedì 3 gennaio 2013

Concerto Brandeburghese n°1 (I Mov.) - Johann Sebastian Bach (Note e video)

Johann Sebastian Bach
    
Johann Sebastian Bach (Eisenach, 31 marzo 1685 secondo il calendario gregoriano, 21 marzo 1685 secondo quello giuliano – Lipsia, 28 luglio 1750) è il più grande musicista tedesco del periodo barocco. La sua produzione musicale, estremamente ricca e varia, costituisce un momento importantissimo per il passaggio dalla concezione musicale barocca a quella moderna. Fondamentali a questo riguardo sono le opere per clavicembalo (Klavierbüchlein, 1720-25…,  il primo libro del Clavicembalo ben temperato, 1722…,  le Invenzioni a due e a tre voci, 1723…,  le Suites inglesi e francesi) che occupano un posto importantissimo nella storia della musica per la definitiva organizzazione e sistemazione della moderna armonia e per l'adozione della modulazione come mezzo espressivo.
Con i Concerti Brandeburghesi (1721) in cui ogni pagina è affidata ad un solo esecutore, Bach si allontanò dalla concezione del concerto grosso.
Le opere della maturità artistica sono le due Passioni (secondo Giovanni, 1724…,  e secondo Matteo, 1729-41) in cui il mezzo musicale rende perfettamente la profonda e sgomenta meditazione del credente di fronte al significato della Passione di Cristo…, la seconda parte del Clavicembalo ben temperato (1744)…, le Variazioni Goldberg (17 42) …, l'Offerta Musicale (1747) in onore di Federico il Grande…,  e L'arte della Fuga (1749-50) che è considerata il suo testamento artistico.
Importanti anche le cantate, con le quali Bach contribuì in maniera determinante alla creazione della cantata moderna in cui arie, recitativi e corali si alternano e si combinano secondo un equilibrio ben calcolato.
    

Nessun commento: