lunedì 28 gennaio 2013

ALBACHIARA - Vasco Rossi (Testo, commento e video)



   
ALBACHIARA
Autori: V. Rossi, A. Taylor
Interprete: Vasco Rossi


Respiri piano per non far rumore
ti addormenti di sera
e ti risvegli col sole
sei chiara come un'alba
sei fresca come l'aria.
Diventi rossa se qualcuno ti guarda
e sei fantastica quando sei assorta
nei tuoi problemi
nei tuoi pensieri.
Ti vesti svogliatamente
non metti mai niente
che possa attirare attenzione
un particolare
solo per farti guardare.

Respiri piano per non far rumore
ti addormenti di sera
e ti risvegli col sole
sei chiara come un'alba
sei fresca come l'aria.
Diventi rossa se qualcuno ti guarda
e sei fantastica quando sei assorta
nei tuoi problemi
nei tuoi pensieri.
Ti vesti svogliatamente
non metti mai niente
che possa attirare attenzione
un particolare
per farti guardare.

E con la faccia pulita
cammini per strada
mangiando una mela
coi libri di scuola
ti piace studiare
non te ne devi vergognare.
E quando guardi con quegli occhi grandi
forse un po' troppo sinceri, sinceri
si vede quello che pensi,
quello che sogni...
E qualche volta fai pensieri strani
con una mano, una mano, ti sfiori,
tu sola dentro la stanza
e tutto il mondo fuori.
   

    
Siamo nel 1979 e Vasco Rossi, agli inizi della carriera, comincia a farsi notare dal grande pubblico con l'album Non siamo mica gli americani. Uno dei brani trainanti della raccolta è Albachiara, un brano molto particolare perché unisce il carattere dolce della canzone melodica alle sonorità dure e graffianti del rock. La canzone s'ispira al mondo femminile e descrive i diversi attimi della giornata di una ragazza in modo molto delicato, quasi come se si trattasse di un sogno.
Ecco come nasce questo piccolo capolavoro: Massimo Riva, amico e futuro chitarrista della band di Vasco, un pomeriggio fa sentire a Vasco una sua canzone.

Racconta lo stesso Vasco: "La canzone non era granché, ma aveva un giro armonico niente male. Andai a casa pensando a una ragazza che vedevo tutte le mattine passare mentre andava a scuola e scrissi Albachiara così, prima di cena".

Il brano inizia con un'introduzione delicata eseguita dal pianoforte, che accompagna con il solo basso tutta la prima strofa. Successivamente entra la chitarra, che rinforza un po' il ritmo. L'atmosfera sta però per cambiare radicalmente: subito dopo, infatti, all'improvviso, la graffiante chitarra con il distorsore e la batteria introducono le tipiche sonorità della musica rock.

ALBA CHIARA    
NOTE PER FLAUTO 







Sta...........
  

1 commento:

Anonimo ha detto...

Quando mi capitera' di ascoltare questa canzone pensero' sempre alla mia amica del cuore...