mercoledì 11 luglio 2012

STORNELLI D'ESILIO (Testo e video di Caterina Bueno)

 Claude Monet - Impressione: il levar del sole

    

 STORNELLI D'ESILIO

O profughi d'Italia a la ventura
si va senza rimpianti nè paura.

Nostra patria è il mondo intero
nostra legge è la libertà
ed un pensiero
ribelle in cor ci sta.

Dei miseri le turbe sollevando
fummo d'ogni nazione messi al bando.

Nostra patria è il mondo intero
nostra legge è la libertà
ed un pensiero
ribelle in cor ci sta.

Dovunque uno sfruttato si ribelli
noi troveremo schiere di fratelli.

Nostra patria è il mondo intero
nostra legge è la libertà
ed un pensiero
ribelle in cor ci sta.

Raminghi per le terre e per i mari
per un'Idea lasciamo i nostri cari.

Nostra patria è il mondo intero
nostra legge è la libertà
ed un pensiero
ribelle in cor ci sta.

Passiam di plebi varie tra i dolori
de la nazione umana precursori.

Nostra patria è il mondo intero
nostra legge è la libertà
ed un pensiero
ribelle in cor ci sta.

Ma torneranno Italia i tuoi proscritti
ad agitar la face dei diritti.

Nostra patria è il mondo intero
nostra legge è la libertà
ed un pensiero
ribelle in cor ci sta.
  
    
Testo di Pietro Gori, musica di anonimo; ignoto l'anno di composizione, ma la prima pubblicazione risale al 1904; la canzone è entrata in seguito in quasi tutti i canzonieri anarchici; recentemente è stata ripubblicata in quello di Settimelli e Falavolti,
Edizioni discografiche: Coro A. Toscanini di Torino in Quattro canti anarchici..., Margot in Canti di protesta del popolo italiano (ora anche in Cantacronache); Foresto Ciuti (registrazione originale Pisa 1962) in Canti anarchici..., un gruppo di anarchici di Ancona (registrazione originale Franco Coggiola, Ancona 1968) in Addio Lugano bella..., il Nuovo Canzoniere Italiano in Ci ragiono e canta..., il Canzoniere Internazionale in Gli anarchici.




Sta....per sempre....