giovedì 1 marzo 2012

La musica della natura (The music of nature)




Respurchino mio, tu sei la mia natura, e le pagine musicali con ampio respiro accompagnano i miei pensieri che ti circondano ed integrano i sentimenti da essi suscitati.
Alla lettura di “La pioggia nel pineto” del D'Annunzio posso affiancare l'audizione del “Giardino sotto la pioggia” di Claude Debussy ed a quella de “L'Onda” del medesimo poeta, “Giochi d'acqua” di Maurice Ravel.
Mi ritrovo in una stessa atmosfera: quella del descrittivismo, lirico da una parte e, musicale dall'altra.
“Le Fontane di Roma” ed i “Pini di Roma” di Ottorinzo Respighi sono, sempre in un clima di descrizione realizzata con l'annotazione musicale, parimenti deliziose ad ascoltarsi, sebbene di esse Riccardo Malipiero nel suo “Il libro completo dell'amatore di dischi” dica che queste composizioni rappresentano un brillante sfoggio di tecnica strumentale sinfonica, espressione superstite di un romanticismo ormai cartolinesco anche se innegabilmente di piacevole ascolto.
Sempre di Ottorino Respighi mi riesce particolarmente interessante, in tema di interpretazione della vita della natura, l'ascolto della “Suite degli uccelli”.
Altra pagina musicale di squisita bellezza, ispirata alla contemplazione della natura, è “Il concerto dell'estate” di Ildebrando Pizzetti. Si tratta di un inno di vera poesia, intensamente vissuta ed intimamente sentita, concretantesi in un andamento musicale di estremo interesse.
Igor Strawinskij, ispirandosi alle stagioni, ci consente l'ascolto di un balletto, “La sagra della primavera” che, per la sua potenza espressiva, può essere considerato un vero e proprio poema sinfonico.
Non possiamo poi dimenticare “Il mormorio della foresta”, brano del “Sigfrido” di Richard Wagner, di particolare ricchezza emotiva, perfuso di quel fascino singolare che la personalità dell'Autore sa infondere in tutte le sue creazioni.
Ed infine, anche la “Pastorale” di Ludwig van Beethoven, per quanto non sia composizione descrittiva nel senso attribuito alle precedenti, deve tuttavia essere ricordata e presa in particolare considerazione ai fini dell'ascolto per la sua grande ed efficace potenza educativa.
  





 

Sta...sempre e solo tu nel mio cuore.....

1 commento:

TheSweetColours ha detto...

Bellissima immagine e bellissimo il pelo del gatto