venerdì 20 gennaio 2012

FISCHIA IL VENTO (La Canzone della Resistenza - Testo e video di Milva)





     
FISCHIA IL VENTO

Fischia il vento, infuria la bufera, 
scarpe rotte e pur bisogna andar 
a conquistare la rossa primavera, 
dove sorge il sol dell'avvenir. 



...a conquistare la rossa primavera, 
dove sorge il sol dell'avvenir. 



Ogni contrada è patria del ribelle, 

ogni donna a lui dona un sospir, 

nella notte lo guidano le stelle, 

forte il cuor e il braccio nel colpir. 

...nella notte lo guidano le stelle, 
forte il cuor e il braccio nel colpir. 

Se ci coglie la crudele morte 
dura vendetta sarà del partigian; 
ormai sicura è la dura sorte 
contro il vile che noi ricerchiam.

...ormai sicura è la dura sorte 
contro il vile che noi ricerchiam.

(variante) del fascista vile e traditor .

Cessa il vento, calma è la bufera, 
torna a casa il fiero partigian 
sventolando la rossa sua bandiera; 
vittoriosi, e alfin liberi siam! 

...sventolando la rossa sua bandiera 
vittoriosi, e alfin liberi siam! 

Fischia il vento è infuria la bufera, 
scarpe rotte e pur bisogna andar 
a conquistare la rossa primavera, 
dove sorge il sol dell'avvenir. 

...a conquistare la rossa primavera, 
dove sorge il sol dell'avvenir. 
     
   
La canzone partigiana probabilmente più cantata durante la Resistenza; la sua presenza è documentata quasi ovunque. L'autore del testo è probabilmente Felice Cascione, comandante della II Divisione d'assalto garibaldina (zona di Imperia). 
La musica (bellissima) è tratta dalla canzone d'amore russa dal titolo Katiuscia, di Michail Isakovski. 
Pubblicata (testo e musica) in Canti della Resistenza armata in Italia, ha avuto moltissime esecuzioni, fra cui ricordo: il Gruppo padano di Piadena in Canti della Resistenza italiana (Dischi del Sole)..., anche in Inni proletari della piazza..., La Resistenza dell'Emilia-Romagna..., coro A. Toscanini di Torino in Canti partigiani..., il Gruppo Folk italiano di Paolo “Saetta” Castagnino in Canti della Resistenza...,  I Gufi cantano due secoli di Resistenza.


Sta.. per sempre...

Nessun commento: