giovedì 19 gennaio 2012

DIO COME TI AMO - Domenico Modugno


      
DOMENICO MODUGNO

DIO COME TI AMO

Nel cielo passano le nuvole 
che vanno verso il mare, 
sembrano fazzoletti bianchi 
che salutano il nostro amore. 

Dio come ti amo, 
non è possibile 
avere tra le braccia 
tanta felicità. 

Baciare le tue labbra 
che odorano di vento, 
noi due innamorati 
come nessuno al mondo. 

Dio come ti amo, 
mi vien da piangere, 
in tutta la mia vita 
non ho provato mai 
un bene così caro, 
un bene così vero. 

Chi può fermare il fiume 
che corre verso il mare,
le rondini nel cielo 
che vanno verso il sole. 
Chi puo fermar l'amore, 
l'amore mio per te. 

Dio come ti amo... 
Dio come ti amo... 
Dio come ti amo... 
 Dio come ti amo......
    

   
Dio, come ti amo è il brano musicale vincitore del Festival di Sanremo 1966.
La canzone fu presentata al Festival in doppia esecuzione da Domenico Modugno (che ne era anche l'autore) e Gigliola Cinquetti.
Nello stesso anno il titolo fu adottato anche per un film musicarello ad esso ispirato: Dio, come ti amo!.
  


Domenico Modugno (Polignano a Mare, Bari 1928 - Lampedusa, Agrigento 1994), era un cantante, paroliere e attore italiano. 
Nel 1952 esordì come attore teatrale nel Borghese gentiluomo di Molière
Nel 1958 e nel 1959 trionfò a Sanremo rispettivamente con i brani Nel blu dipinto di blu e Piove
Autore della musica della commedia Rinaldo in campo, della quale fu anche protagonista, recitò in altri lavori teatrali quali, Mi è caduta una ragazza nel piatto, Liolà, La rosa di zolfo, L'opera da tre soldi
Nel 1965 interpretò per la televisione Scaramouche, primo esempio di sceneggiato musicale. 
Partecipò anche a Scala reale, Partitissima e all'edizione 1970 di Canzonissima
Nel 1972 fu di nuovo sul piccolo schermo nello sceneggiato Il marchese di Roccaverdina, cui seguirono Don Giovanni in Sicilia (1977) e Western di cose nostre (1984). 
Nel 1984 ottenne un grande successo come presentatore televisivo della trasmissione a premi La luna nel pozzo che dovette, però, interrompere a causa di un ictus che lo costrinse su una sedia a rotelle. 
Deputato del Partito Radicale dal 1987, promosse numerose iniziative legislative per salvaguardare i diritti dei malati di mente e dei portatori di handicap. 
Nel 1989 riprese la sua attività artistica e, nel 1991, intraprese una lunga tournée mondiale, riconfermandosi come uno dei maggiori interpreti della canzone italiana.






Sta... toujour............


Nessun commento: