giovedì 29 dicembre 2011

IL MONDO GIRA - Luigi Tenco (Testo e video di Nicola di Bari)


  _IL MONDO GIRA
(di Luigi Tenco - Gian Franco Reverberi) 


Il mondo gira, 
il tempo vola, 
tutti camminano, 
tu resti sola; 
tu resti sola giorno e notte ad aspettare
principi azzurri che non vogliono arrivare.

Non hai capito 
che tra la gente 
non ha più posto 
chi non fa niente; 
anche l’amore non è più quello di ieri, 
non esistono più al mondo dame e cavalieri. 

Lo so che adesso 
non sai che fare, 
t’hanno insegnato 
ad aspettare; 
ad aspettare qualcosa che risolva tutto 
e ti dica che il inondo è bello anche quando è brutto. 

T’hanno fatto credere 
cose sbagliate; 
povere favole, 
sono invecchiate!
Oggi la vita non è più quella di ieri, 
nasce già vecchio il mondo dei tuoi desideri. 

Adesso svegliati, 
devi cambiare, 
hai mille modi 
se lo vuoi fare;
prima di tutto devi scendere dall’alto. 
devi chiudere gli occhi e fare il salto. 

Ti troverai 
fra tanta gente 
che non ti guarda, 
non guarda niente 
e in mezzo a tutti capirai che il tuo domani 
è qualcosa che sta soltanto in te; 
nelle tue mani.
  
  
La canzone Il mondo gira è qui interpretata da Nicola di Bari

   
"Il mondo gira" si tratta probabilmente dell'ultima poesia di Luigi Tenco, tracciata su un foglietto volante in casa di un amico qualche giorno prima della morte. Il testo, non musicato, è stato pubblicato dal quotidiano Paese sera nei giorni successivi al suicidio del cantautore.
Il tema è quello consueto di larga parte della produzione di Tenco (anche "Io vorrei essere là" e la terza strofa di "Ragazzo mio"): l'esigenza di muoversi dal proprio torpore, di agire, di non inseguire sogni di "lontane isole che non esistono", in contrasto con l'incapacità di "chiudere gli occhi e fare il salto" in mezzo "a tenta gente che non ti guarda, non guarda niente".


VEDI ANCHE . . .







Sta...............



Nessun commento: