venerdì 16 dicembre 2011

2 - LA MUSICA SACRA - NASCITA DELLA POLIFONIA (Sacred Music - The birth of polyphony)

Santa conversazione (Carpaccio - 1505)
   


Nell'XI secolo il canto gregoriano raggiunse un alto livello di perfezione, ma già dal IX secolo era iniziato un processo di trasformazione interna: alla melodia gregoriana venne affiancata una melodia più grave, parallela e disposta alla distanza di una quarta. Si sviluppò così una forma di doppio canto chiamata 'diafonia' in cui ad una nota (o punto) della voce principale corrispondeva una nota dell'altra voce. Questa tecnica di contrapposizione delle note è chiamata 'contrappunto'. La nuova forma di canto si arricchì, nei secoli X, XI e XII, con l'intreccio di più voci ('polifonia') e di conseguenza con la disposizione di più note contro la nota della voce principale.
La forma polifonica venne studiata ed elaborata nel XII e nel XIII secolo nelle abbazie di San Marziale a Limoges e di Notre-Dame a Parigi; quest'ultima svolse un ruolo importante nella definizione delle regole dell'arte del contrappunto (Ars antiqua).
In questo periodo si sviluppò il mottetto e venne adottato un nuovo tipo di notazione musicale (notazione modale) in sostituzione della scrittura neumatica.
  
Il monaco Hucbald di Saint-Amand, vissuto tra 1'840 e il 930 nelle Fiandre, può essere considerato il primo teorico musicale. Nel suo “De institutione harmonica”, infatti, illustra a scopo didattico le prime fasi del contrappunto medioevale.

Sta...

Nessun commento: