mercoledì 28 dicembre 2011

2 - MUSICA PROFANA (Secular music) - ARS NOVA


Machaut (a destra) riceve Nature e tre dei suoi bambini, da una illustrazione di un manoscritto parigino del 1350



   
Gli avvenimenti politici e sociali del Trecento ebbero come conseguenza un più stretto contatto fra i musicisti europei che gradualmente si emanciparono dalla Chiesa. 
Inoltre il rinnovato interesse per gli studi matematici indusse gli studiosi ad occuparsi dei problemi della teoria e della notazione musicale. 
Un gruppo di teorici francesi diede vita al movimento dell'Ars nova (dal titolo del trattato pubblicato da Philippe de Vitry nel 1320) che rifiutava le regole dell'ars antiqua e si dichiarava a favore della notazione mensurale (sviluppatasi nel XIII secolo e grazie alla quale si potevano definire con precisione i rapporti di valore fra le note) e delle nuove forme musicali. 
I musicisti dell'ars nova preferirono i generi profani (rondeau, ballata, virelai, lai) a quelli liturgici e fra le varie forme musicali predilessero il mottetto.

Il musicista che, meglio interpretò l'ars nova fu Guillaume de Machault (1300-77), poeta e compositore, autore di mottetti laici e profani e della Messa di Notre-Dame.
Le teorie della nuova arte si diffusero anche in Italia nella seconda metà del secolo.
Le forme adottate dai musicisti italiani furono il madrigale, la caccia e la ballata.


VEDI ANCHE . . .





Sta...

Nessun commento: