martedì 15 novembre 2011

L'ANGELO AZZURRO - Umberto Balsamo (Testo e video)

     
L'angelo azzurro

Umberto Balsamo

Con la luce il tuo profilo
ha un colore indefinito
la tua immagine riflette
su un discorso che non smette
La chiarezza nei tuoi occhi
le parole affascinanti
che si dicono due amanti
ma davvero siamo noi?

Se sei tu l'angelo azzurro
questo azzurro non mi piace
la bellezza non mi dice
le parole che vorrei
quanti baci e tradimenti
lacrimoni e pentimenti
fan di te una donna sola
che da sola resterà

Con il sole e con la pioggia
ti bagnavi sempre tu
ero pronto ad asciugarti
ma non ce la faccio più

E per chiudere il discorso
voglio dirti amore mio
questo e' un arrivederci
e non e' certo un addio

Sarà facile incontrarsi
educato salutarsi
quell'azzurro di sicuro
non mi incanterà mai più

Il mio orgoglio e' ancora vivo
e non morirà con te
lascia stare quell'azzurro
che non e' adatto a te

Se sei tu l'angelo azzurro
questo azzurro non mi piace
la bellezza non mi dice
le parole che vorrei
quanti baci e tradimenti
lacrimoni e pentimenti
fan di te una donna sola
che da sola resterà.
  

  
Umberto Balsamo è un cantautore, nato a Catania il 10 marzo1942.
Si trasferisce a Milano alla fine degli anni Settanta e inizia a proporsi come autore.
I suoi brani vengono così interpretati da Peppino di Capri, Domenico Modugno, Mal, Wess e Dori Ghezzi, i Ricchi e Poveri.
Nel 1972 decide finalmente di presentarsi anche come interprete delle sue canzoni e partecipa così a Un disco per l'estate con Se fossi diversa, riscuotendo un discreto successo.
Nel 1973 porta al Festival di Sanremo Amore mio, che interpreta lui stesso, e Dolce frutto affidata invece ai Ricchi e Poveri.
Nel 1974 pubblica il singolo Bugiardi noi, che presenta anche a Un disco per l'estate e, nel 1975, compone e incide Natalì, una canzone che, nonostante venga proposta in tutto il mondo da circa quaranta diversi cantanti, è messa al bando dalla Rai in quanto tratta lo scottante tema dell'aborto.
Il brano che lo impone veramente all'attenzione del pubblico è comunque L'angelo azzurro, del 1977.
Nel 1978 incide l'album Crepuscolo, seguito nel 1979 dal successo del singolo Balla.
Il long playing che pubblica nel 1980 si intitola Pianeti e si avvale della presenza di Paul Buckmaster nelle vesti di arrangiatore.
Nel 1988 Umberto Balsamo porta al Festival di Sanremo ben tre brani: Nascerà Gesù, presentata dai Ricchi e Poveri, Italia cantata da Mino Reitano e Nun chiagnere da Peppino di Capri.


Se fossi diversa (Las Vegas, 1972)

Bugiardi noi (Polydor, 1973)

Natalì (Polydor 1975)

L'angelo azzurro (Polydor, 1977)

Crepuscolo (Polydor, 1978)

Balla (Polydor, 1979)

Pianeti (Polydor, 1980)

Respirando la notte luna (Cgd, 1990)
  

1 commento:

Anonimo ha detto...

ero una ragazzina a quei tempi, mamma mia....è passata una vita....
ciao bel muso :-*
Sonia