sabato 26 novembre 2011

MUSICA BLUES

    
___Blues. Canto popolare profano dei neri del Nord-America. Consta generalmente di una sequenza di dodici misure, divisa in tre segmenti di quattro misure ciascuno. La sua struttura verbale-musicale è data da uno schema strofico AAB (due domande e una risposta) il cui supporto armonico di base è costituito da accordi di tonica, sottodominante e dominante.
Sotto l'aspetto tonale, un'importante caratteristica del blues è l'alterazione di alcuni determinati intervalli.
Il testo del blues segue lo svolgimento delle frasi melodiche.
Alla formula blues, di due o tre parti, corrispondono due versi poetici, dei quali il primo può essere ripetuto.
Nel blues a più parti, la disposizione del testo poetico si complica; comunque è sempre possibile individuare una chiara linea di demarcazione tra la domanda e la risposta. Tematiche ricorrenti nei testi dei blues sono le gioie e i dolori dell'amore, la povertà, la discriminazione razziale.
Il tono è malinconico ma non sentimentale, emotivamente intenso, a volte sarcastico, fortemente autobiografico.

I più antichi tipi di blues sono per voce sola, senza accompagnamento; in essi la componente melodica è in primo piano.
Più tardi interverrà il contenuto armonico rappresentato dall'accompagnamento strumentale, affidato per lo più al banjo o alla chitarra.
Verso la metà del XIX secolo si andò configurando un primo tipo di blues, diffuso soprattutto nelle campagne del Sud degli USA, con il nome di country blues.
Verso il 1870, circa una generazione dopo, il blues arrivò nelle città dando vita al city blues, grazie a musicisti che ne nobilitarono artisticamente la forma e il contenuto.
Tra le prime e più importanti strutture musicali a confluire nel jazz, il blues ha svolto un ruolo decisivo all'interno dell'evoluzione del jazz stesso.

Il blues ha prodotto una gran varietà di sottogeneri, ognuno con le sue caratteristiche peculiari.
Alcuni tra i più noti sono il Rock & Roll, il Boogie Woogie, il Rhythm and Blues e un fenomeno sviluppatosi tra i musicisti bianchi inglesi a metà degli anni sessanta, noto come British Blues..
  

   
  
 Sta.........

Nessun commento: